VALUTAZIONE CASA TORREVECCHIA

Valutazione Casa Roma, lo strumento più affidabile per sapere quanto vale la tua casa a Torrevecchia a Roma.
Valutazione online, gratuita ed immediata.

Per avere una valutazione della tua casa a Torrevecchia a Roma, puoi affidarti a noi con fiducia.
Possiamo offrirti:

– Vent’anni di esperienza nella valutazione della case a Roma

– Personale qualificato nella gestione e nella compravendita di immobili

– Il 98% dei clienti soddisfatti nella valutazione e nella vendita dell’immobile

Valuta il tuo Appartamento in Zona Torrevecchia

Valutazione Casa a Torrevecchia: VANTAGGI

Se sei alla ricerca di una valutazione per la tua casa a Roma a Torrevecchia, puoi contare su requisiti fondamentali della nostra valutazione:

– Ti presentiamo una valutazione affidabile e precisa

– Tempestività nel fornirti la valutazione della tua casa

Valutare la tua casa a Torrevecchia con noi è una soluzione ideale per il tuo problema di conoscere l’esatto valore del tuo immobile.

Punti d'interesse primari

Forze di Pubblica Sicurezza

Ospedali

Treni

Aeroporti

Scuole

Porti

Livello di Elettrosmog
Medio 50%
Qualità dell'Aria
Buona

Andamento €/mq su anno precedente

Andamento negli ultimi 5 anni in zona Torrevecchia

La Storia

È un quartiere situato nel quadrante nord-ovest della città, internamente al GRA e a breve distanza dalla borgata di Primavalle. La zona è delimitata a nord dalla Trionfale, a sud da via di Boccea, a ovest da via di Casal del Marmo e a est da via Battistini. Storicamente parte dell’Agro romano, almeno fino agli anni Sessanta Torrevecchia è stata una vasta distesa verde occupata soltanto da casupole sparse e, nonostante la forte urbanizzazione, continua a mantenere a tratti la sua vocazione rurale. Torrevecchia deve probabilmente il suo nome alla presenza di una torretta settecentesca andata ormai distrutta. L’antica impronta rurale del quartiere è ancora visibile in quanto esso è caratterizzato da numerose distese verdi non intaccate dall’urbanizzazione. Questa consistente presenza di verde contrasta l’assenza di parchi pubblici veri e propri. Negli anni Sessanta l’area di Torrevecchia, fino a quel momento dal carattere ancora agrestre, inizia la propria urbanizzazione. I progettisti incaricati (Barucci, Passarelli e Vittorini) elaborano una soluzione che ruota intorno a una piazza centrale punteggiata da quattro torri di quindici piani e dalla quale partono stecche residenziali.

La superficie del quartiere è delimitata a sud da via di Boccea, a ovest da via di Casal del Marmo, a est da via Mattia Battistini e a nord da via Trionfale. La zona può essere considerata come l’estrema propaggine occidentale del territorio di Monte Mario, di cui condivide alcune caratteristiche idrogeologiche. Nonostante numerose distese verdi, ancora non intaccate dall’urbanizzazione a macchia di leopardo tipica di questa parte della città, il quartiere è di fatto sprovvisto di parchi pubblici veri e propri (essendo le uniche due zone di verde attrezzato quelle della Riserva naturale dell’Insugherata e del Parco regionale urbano del Pineto, piuttosto fuori dai suoi confini). La vallata compresa tra il complesso IACP (scherzosamente denominato “Bronx” dai suoi stessi abitanti, per via del suo aspetto poco aggraziato) e il Quartaccio, si presenta comunque come la parte meno urbanizzata del quartiere (qui è ancora visibile l’ultimo tratto scoperto del Fosso dei Fontanili, un tempo alimentato da alcune risorgive naturali ed oggi ridotto a canale di scolo).

Ricevi la tua valutazione

SU WHATSAPP!

ricevi la tua valutazione

su whatsapp!

Compila correttamente i campi di seguito: