VALUTAZIONE CASA SALARIO

Valutazione Casa Roma, lo strumento più affidabile per sapere quanto vale la tua casa al Salario a Roma.
Valutazione online, gratuita ed immediata.

Per avere una valutazione della tua casa al Salario a Roma, puoi affidarti a noi con fiducia.
Possiamo offrirti:

– Vent’anni di esperienza nella valutazione della case a Roma

– Personale qualificato nella gestione e nella compravendita di immobili

– Il 98% dei clienti soddisfatti nella valutazione e nella vendita dell’immobile

Valuta il tuo Appartamento in Zona Salario

Valutazione Casa al Salario: VANTAGGI

Se sei alla ricerca di una valutazione per la tua casa a Roma al Salario, puoi contare su requisiti fondamentali della nostra valutazione:

– Ti presentiamo una valutazione affidabile e precisa

– Tempestività nel fornirti la valutazione della tua casa

Valutare la tua casa al Salario con noi è una soluzione ideale per il tuo problema di conoscere l’esatto valore del tuo immobile.

Punti d'interesse primari

Forze di Pubblica Sicurezza

Ospedali

Treni

Aeroporti

Scuole

Porti

Livello di Elettrosmog
Medio 50%
Qualità dell'Aria
Buona

Andamento €/mq su anno precedente

Andamento negli ultimi 5 anni in zona Salario

La Storia

Salario è il nome del quarto quartiere di Roma. Si trova nell’area nord della città, a ridosso delle Mura Aureliane. Rientra interamente nel territorio amministrato dal municipio II del Comune. Il territorio immediatamente al di fuori di Porta Pia è rimasto zona di campagna fino alla fine del XIX secolo come tutte le zone fuori le Mura aureliane note allora come “suburbia”. La zona, percorsa dalla via Nomentana e dalla via Salaria che da lì prendono origine, ha ospitato dal XVIII secolo tenute di caccia e residenze di campagna come Villa Albani, ancora oggi esistente e che occupa un buon quarto del territorio del quartiere, e Villa Patrizi (nel territorio del quartiere Nomentano). Quest’ultima sorgeva immediatamente fuori Porta Pia e fu sacrificata alle esigenze d’espansione della Roma post-unitaria. Il sito è ora occupato dal Ministero dei Trasporti.

Le prime attività edilizie sulle nuove lottizzazioni esterne alle Mura aureliane, iniziarono nell’area esterna a Porta Pia e Porta Salaria già nell’ultimo ventennio del XIX secolo. Fu solo, però, nel 1911 che l’amministrazione della città definì la nascita dei nuovi quartieri, che venne poi resa ufficiale nel 1921. L’area del quartiere Salario fu compresa nell’ambito del territorio definito dalle Porte Pia e Salaria fino al ponte sull’Aniene e alla riva sinistra dello stesso fiume. Tale definizione territoriale fu poi rivista nel 1926 con l’istituzione del quartiere Savoia (oggi Trieste) che incluse tutte le zone al di là dell’attuale viale Regina Margherita riducendo notevolmente la dimensione del Salario.

Ricevi la tua valutazione

SU WHATSAPP!

ricevi la tua valutazione

su whatsapp!

Compila correttamente i campi di seguito: